Dog influencer: lavorare con il proprio cane

 

Ciao Amici, eccomi qui a raccontarvi un po’ come funziona il lavoro di “dog influencer” e a rispondere a un po’ delle domande che mi avete fatto. 

Quando si pensa a professioni legate al mondo dei cani si pensa all’addestratore, al tolettatore, al veterinario, al dog sitter… ma ecco, esiste – ed in un certo senso in Italia lo abbiamo creato proprio io e Louis, il lavoro di “dog blogger”, di “dog influencer”.

In Italia c’è, ancora, una sorta di tabù, un alone di mistero circa questi “nuovi” lavori del web e, se di mezzo ci mettiamo il fatto che il protagonista è un quattro zampe, la situazione è decisamente più “misteriosa” – e per alcuni davvero difficile da comprendere (anche se le dinamiche sono note un po’ a tutti).

Visto che è un argomento abbastanza lungo – checchè se ne pensi – per evitare di perdermi in sfumature che, magari, neanche vi interessano, procederò rispondendo ad un po’ delle domande che maggiormente ricevo.

Dog influencer? Come iniziare?

Per aprire un blog bisogna avere voglia di comunicare qualcosa, di dare e ricevere informazioni, di condividere una parte di vita con persone che potenzialmente hanno i tuoi stessi interessi.

Nel mio caso, anni e anni or sono, ho iniziato a condividere quello che era ed è il mio percorso di vita con Louis, le nostre giornate, i nostri problemi, le soddisfazioni.

Fondamentalmente tutti, e dico tutti, POTREBBERO aprire un blog. Tutti hanno qualcosa da raccontare. NON PER TUTTI però quello che nasce come UNO SVAGO, UN HOBBY, DIVENTA UN LAVORO.

Se dovessi dire cosa occorre: passione, pazienza a dismisura ed un cellulare ;).

Cosa serve – parte pratica:

Se la vostra intenzione è comunicare “a tutto tondo”, e quindi aprire un blog – principalmente – ed anche i canali social dovrete avere un minimo (e vi assicuro che per iniziare ne serve giusto un minimo) di dimestichezza con la tecnologia base (portale per aprire il blog, qualcosina di grafica per le vostre foto ed i testi) e la conoscenza, base, di Facebook ed Instagram.

Se invece il vostro desiderio è limitato ai canali social, ed in questo caso punterei su Instagram, vi basta conoscere quello.

Io ho iniziato con il blog, tenendo Facebook ed Instagram solo come “veicolo” per far circolare l’uscita dei nuovi post. Ad oggi, per alcuni aspetti, gestisco le cose quasi a “compartimenti stagni”, su ognuno ho un approccio diverso… dovete scegliere voi il vostro.

Materiale:

In linea di massima basta la collaborazione del proprio cane – a questo aspetto dedicherò un post a parte, perchè merita di esser approfondito per evitare stress al cane – uno smartphone, ed un pc.

Se siete appassionati di fotografia, se volete partire da un livello già alto, se già l’avete, anche una macchina fotografica vi farebbe comodo.

Poi… vi servono idee. E di quelle no, non potete farne a meno.

Qualunque strada prenderà, sarà una vostra creatura, crescerà e muterà con voi. 

Come si guadagna?

Questa è LA DOMANDA. Come può l’hobby di fotografare il proprio cane, o dello scrivere una sorta di diario delle proprie avventure diventare remunerativo. All’inizio, sino a quando lo fate per mero hobby non lo è. E mi preme dirvi che, probabilmente non lo diventerà mai. Ma dipende da voi, da quanto vi impegnate.

Per chi non lo sapesse, si viene pagati per la pubblicità che si fa ad un prodotto, ad un brand, ad un luogo. Come?

Quando avrete un pubblico, diverse persone a parte la vostra cerchia di parenti (non vi dico “gli amici” perchè loro, probabilmente, saranno i primi a non seguirvi ;) e mi aggancio ad una domanda ricevuta) che seguiranno le vostre condivisioni, che comunicheranno con voi, alle aziende potrebbe interessare il vostro canale come “vetrina”.

Una idea dei guadagni per Instagram


Chi ti contatta?

Quando, appunto, avrete raggiunto una fetta di seguaci, avrete stabilito dei contatti con persone che condividono il vostro interesse, vi sarete insomma creati una reputazione sul campo, può essere che vi contattino delle aziende interessate a collaborare con voi. Diversamente, se avete voi delle idee, se avete scoperto un brand che vi piace, provate a contattare l’azienda.

Blogger: per hobby o per lavoro?

Quando sarete arrivati ad avere una quantità di pubblico tale da attirare l’attenzione delle aziende vi si apriranno davanti due strade: potrete decidere se continuare a coltivare questa passione per hobby o se farlo diventare un lavoro.

Ci vorrà del tempo, mesi, forse anni, quindi avrete modo di capire -anche con qualche porta aperta davanti a voi, o brutalmente sbattuta in faccia – se questo è meglio che resti un passatempo o un lavoro.

Passatempo: riceverete dei prodotti dalle aziende. Lì sarete liberi o meno di parlare, bene o male (a seconda della vostra onestà – che vi assicuro è l’unica strada proficua), di scattare il numero di foto che vi va, di postarle dove e come vi accorderete con l’azienda.

Nel momento in cui però, deciderete di portare avanti il progetto e di farne un lavoro, armatevi di serietà, di idee, di professionalità, puntualità e fate un vostro preventivo (se non vi fa già un offerta l’azienda) per il lavoro che svolgerete – e che esula dalla fornitura del prodotto.

Lati positivi e lati negativi:

Partiamo dai negativi:

la gente – si spera ancora per poco – nella più felice delle ipotesi inarcherà le sopracciglia quando direte che lavoro fate. Spesso, vi ritroverete a parlare con aziende che crederanno che il vostro sia un mero passatempo anche quando gli fornirete il numero di partita iva. Aperta la partita iva, probabilmente, ci sarà un periodo in cui lavorerete soltanto per pagare le tasse.. e forse comprarvi un pacchetto di caramelle – ed il vostro cane se la spasserà alla faccia vostra ;) perderete la separazione netta tra lavoro e vita privata, tra svago e lavoro. Non avrete “ferie”, tredicesima e giorni di malattia.

Lati positivi:

credo che, in ogni caso, trasformare una passione in un lavoro sia qualcosa di speciale. Lavorerete a strettissimo contatto con il vostro quattro zampe del cuore, ne scoprirete sfaccettature che forse, diversamente, non cogliereste. Diventerete colleghi. Avrete modo di conoscere le aziende che amate da vicino, spesso anche dall’interno. Conoscerete persone, speciali come ne ho conosciute io, voi.

 

Per ognuno di questi argomenti, per ognuna delle vostre domande ci vorrebbe un post, una spiegazione accurata. Se ci sono aspetti che volte approfondisca, come sempre, non esitate a scrivermi.

Con affetto,

Maria… e Louis ;)

 

3 Comments
  1. Come sempre bravissima e molto esaustiva nelle spiegazioni, brava e professionale!
    Comunque sia avere una bellezza sconvolgente come Louis per cane, attira l’attenzione ❤

    1. Sei un tesoro, grazie!!! <3 per qualsiasi domanda, proposta per un post, o una semplice chiacchierata non esitare a contattarmi :) un abbraccio forte, Maria

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

© 2016 Copyright TIDB di Maria Cavallo - P.IVA: 03058150735