Lasciarlo in pensione..

Buongiorno a tutti!!

Oggi, per me e Louis, la sveglia é suonata prestissimo: Inizia il trasloco e quindi ho portato, come vi avevo anticipato, Louis in pensione! 
Non è la prima volta che lo faccio.. Ma la vivo sempre un po’ male. Il pensiero che non sarà con me per due giorni, l’idea che non potrò sapere costantemente cosa sta facendo, non poterlo accarezzare… 
Dall’altro lato (continuo a riperterlo a me stessa per tutto il tragitto di andata e ritorno dalla pensione) il “sollievo” di risparmargli lo stress degli scatoloni e del trasloco (a cui avrebbe dovuto assistere senza poter partecipare ficcando il suo naso curioso in ogni dove quasi come un cane della guardia di finanza alla dogana), l’ansia da abbandono che gli cresce quando vede impugnare una valigia, la consapevolezza che comunque in questa pensione si trova bene ed è affezionato a chi la gestisce, sono aspetti che mi rincuorano un po’. 
D’altro canto, per un carattere dominante come è il suo,e per il corrispondente mio attaccamento estremo, in realtà, mi é stato spesso consigliato di lasciarlo ogni tanto in pensione: quando torna a casa, il nostro rapporto ne esce sensibilmente migliorato. Quando son li che lo lascio, trattengo frasi come “ciao piccino,ci vediamo presto! Fai il bravo ecc” perché gli trasmetterei la mia ansia (a quanto pare poi, davvero, tutta mia). Per questo non vi posto foto… Sono arrivata lì,ho passato il guinzaglio alla ragazza che si prende cura di loro, scaricato la cuccia e il cibo e,mentre Louis era preso a giocare e a fare le feste alla sua “ritrovata” amica, sono andata via.. Lasciando li, in un paesino sull’Adda, un pezzo di me.
Voi lasciate mai i vostri amici in pensione? Anche a voi pesa così tanto il distacco o lo vivete più serenamente?
Scappo a impacchettare tutto!
A presto!!! 
6 Comments
  1. ohhhhh povera…..succede anche a me e Vittoria. Appeno giro la schiena solo lamenti e latrati di disperazione ma quando torno… mi invita ad entrare in casa della dog sitter, a giocare con lei, con me e con la palla. Insomma.. si è trovata come sempre benissimo….

  2. Ma si, infatti penso sia più un nostro stato d’animo, un senso di colpa per averli lasciati.
    Ma credo fortemente che il servizio di “pensione”
    Sia utile sia a livello pratico che educativo.
    L unica cosa è che la casa é terribilmente vuota senza loro che scodinzolano

  3. Anche per me lasciare Willy è uno strazio, a volte non trattengo le lacrime (cosa che non provavo neanche quando lasciavo i miei figli che so perché andavano in gita scolastica ;-))
    Questi pelosi ci stregano!

  4. anch’io quando ho lasciato Toby la prima volta alla dog sitter mi è scoppiato il cuore: poi ho visto quanto si trovava bene, quanto veniva trattato bene dalla “zia” Veronica, e dunque mi sono rilassata…eppoi stare un pò lontani (max 15 gg) fa bene per tutti, anche per loro! Non nascondo che io tutti i giorni chiamavo la Veronica….ci vuole anche tanta bravura e pazienza di chi gestisce pensioni!

    1. Assolutamente d’accordo con te! Prima di lasciarlo in pensione faccio una visita “d’ispezione” per conoscere chi la gestisce e il posto.. Vedo se Louis lega, e solo poi decido se lasciarlo o meno..
      Domani vado a riprenderl, e il solo pensiero di riabbracciarlo mi sta facendo caricare scatoloni e pacchi come se fossi braccio di ferro!!! :-)

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

© 2018 Copyright TIDB di Maria Cavallo – P.IVA: 03058150735