Attenti al cane e alla padrona.. mordono!beware of the dog and the owner…they bite

Nella vita di tutti i giorni, sempre, come è normale che sia, ci si imbatte in tantissima gente… amici e completi estranei.
Mai, come da quando ho aperto questo blog, ho la possibilità di parlare a tante e tante persone (continuo a ringraziarvi per la partecipazione che state mostrando)… siete diventati quasi 3000 :)..
So perfettamente che la maggioranza, se non la totalità,  dei lettori sono possessori di cani (o per lo meno ne hanno avuti) e quindi quanto dirò verrà condiviso, o compreso o forse compatito…
Capita di incontrare gente, che spesso non ha mai avuto a che fare con un cane, o forse ne ha visto uno solo in tv e faceva il cane poliziotto, e rimanga folgorato dal nostro Amico.
Tante volte, tantissime volte, noi padroni ne siamo lusingati, fieri e stampiamo in faccia un gran sorriso. A questo punto le possibilità son due: o ognuno (passante e proprietario del cane) prende rispettivamente la sua strada, felice del fugace scambio di sguardi, oppure il passante, tanto preso dalla vista del cane, si ferma per interagire. Bene, benissimo. Ripeto, nella stra-grande maggioranza delle volte questo può andar bene. Noi padroni dei cani siamo socievoli e in un certo senso, cerchiamo anche consensi sulla bellezza dei pelosoni che portiamo al guinzaglio, quindi saremo ben lieti di dedicare al prossimo un po’ di attenzione e di tempo. Altre volte invece avremo fretta, impegni o chissà che pensiero per la testa e sembreremo infastiditi dall’aver incrociato un’altro sguardo.
Quello che voglio assolutamente sottolineare in queste righe è quanto segue:
IL PASSO SUCCESSIVO AL SORRISO PER IL BEL CANE E PRECEDENTE ALL’INTERAGIRE CON IL NOSTRO AMICO DEVE ASSOLUTAMENTE ESSERE LA DOMANDA: “POSSO?, POSSO GIOCARE CON LUI?”
Questa semplice e DOVEROSA domanda assicura all’amante dei cani di turno, che il padrone del cane gli rivolga la dovuta attenzione (rivolta a badare alle reazioni del cane, o alle successive domande che sicuramente gli verranno poste “come si chiama-quanti anni ha” ecc) e sicuramente lo mette al riparo da eventuali e sgradevoli imprevisti preservando incolumità e bon-ton (perché non chiedere il permesso è maleducazione!)
Mi permetto di fare un’altra precisazione:
Se il proprietario del cane è visibilmente impegnato in altro (telefonate, acquisti, o pensieri), il passante di turno colpito dagli occhioni languidi non è in nessun modo esente dal porre la “famosa” domanda, è solo costretto ad andarsene semplicemente con il piacere di averlo incontrato.
Se il proprietario, per qualsiasi ragione, alla domanda “posso?” risponde: No!, mi scusi!,
non ve la prendete…ma senza insistere, andatevene e gioite lo stesso per aver incrociato lo sguardo dolce del bel cane… e se vi dice “si”, non vi sentiate autorizzati a strapazzarlo con tirate d’orecchie, balletti e fragorosi baci.

Questo post, sicuramente noioso e poco frizzante, è davvero un’esortazione al rispetto…
del cane e del padrone!

 

In the life of every day, always, as is normal , you will come across a lot of people … friends and complete strangers.

 

Since I started this blog , I had the opportunity to talk to many, many people ( I still thank you for your participation that you are showing ) … you have become almost 3000 :) ..

 

I know that the best part of you, if not all, of the readers are dog owners (or at least I had one of them), and then what I say will be shared , or understood , or perhaps pitied …

 

Sometimes you meet people who often have never had to deal with a dog, or maybe you saw one on TV and he was a police dog , and remains dazzled by our Friend .

 

So many times we are flattered, proud and print it in my face a big smile. Here are two possibilities : either each ( passing and dog owner ) , respectively, takes his way, Happy fleeting exchange of glances , or the passer , so taken by the sight of the dog stops to interact. Well, fine. Again, in the vast majority of the time this may be fine . We dog owners are friendly and in a sense , we also seek consensus on the beauty of our dogs we bring a leash, then we will be happy to devote the next a little ‘attention and time. Other times we hurry , and we’ll look annoyed by having crossed another look .

 

What I really want to emphasize in these lines is as follows:

 

THE NEXT STEP IN THE BEAUTIFUL SMILE FOR DOG AND PREVIOUS interplay WITH OUR FRIEND MUST BE ABSOLUTELY THE QUESTION: ” CAN I ? , CAN I PLAY WITH HIM ? “

 

This simple and proper application ensures lover of dogs on duty, that the owner of the dog the talk due care ( care given to the reactions of the dog, or to subsequent questions that surely he will be asked ” what’s his name – how old is he ” etc. ) and certainly puts him away from any unpleasant contingencies and preserving safety and bon-ton (because it is bad manners to ask permission ! )

 

Let me ask another question :

 

If the dog owner is visibly engaged in another ( calls, purchases , or thoughts ) , passing the turn affected by the languid eyes is in no way exempt from implementing the ” popular ” demand , it’s just simply forced to leave with pleasure I met him .

 

If the owner , for whatever reason , the question ” can I?” Answers: No, I ‘m sorry ! ,

 

do not get angry … but without insisting , go away and rejoice for having crossed the same look sweet beautiful dog … and if you say ” yes”, you do not feel authorized to strapazzarlo to bend the ears , ballet and noisy kisses.

 

This post , definitely boring and sparkling , it is really an exhortation to respect …

 

the dog and the owner !

 

10 Comments
  1. come quando sono seduta a un bar con amici a prendere un caffè e tutti i passanti, fregandosene altamente che magari voglio un po’ di tranquillità, vogliono giocare con il mio cane. che rabbia!

  2. ma infatti! a me fa piacere, per carità, ma se ho altro da fare o vado di fretta non devo passare per asociale

  3. tutte situazioni reali, capitate anche a me, però mi fa sempre comunque piacere che qualcuno, anche inopportunamente, a volte insista, perchè penso a quanta gente insensibile c’è in giro che tante volte mi guarda quasi con disprezzo quando io mi rivolgo al mio cane o semplicemente entro in un bar (dove mi è permesso entrare con cane, nota bene!)

    1. Assolutamente..sulle persone che disprezzano i cani potremmo scrivere valanghe di post.. ma credo che in ogni caso, dalla buona educazione, non si possa prescindere! ripeto, nella quasi totalità dei casi, fa piacere essere fermati, ma ci sono volte in cui è davvero inopportuno.

  4. Portando a spasso i miei 3 cani contemporaneamente potete solo immaginare in che “razza” di persone io mi sia imbattuta! Lascio a voi libera immaginazione…un consiglio: lasciatevi scivolare tutto cio’ che dicono, lo so ingoiare il rospo fa male visto che si tratta dei nostri figli…ma sicuramente si vive meglio…Ignorare la gente maleducata e che non si fa i cazzi suoi e’ la miglior arma!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

© 2018 Copyright TIDB di Maria Cavallo – P.IVA: 03058150735